Chi Siamo

Grazie alla trasversalità delle competenze acquisite, BAM offre una vasta gamma di servizi che mette a disposizione di collezionisti ed enti pubblici come musei fondazioni e banche.

BAM Barozzi Art Management- foto profilo - about us

Per ciò che concerne la sezione degli Old Masters la nostra realtà è in grado di fornire all’utente risposte rapide ed attendibili sulle tematiche di stime di singoli oggetti o intere collezioni; creazione di contatti tra collezionisti privati e studiosi di spicco a livello internazionale per lo studio attribuzionistico.

Grazie alla rete di relazioni esistenti BAM offre all’utente finale un servizio di consulenza approfondito per il restauro e la conservazione di opere d’arte nonché, una completa assistenza per tutto quello che concerne lo studio diagnostico.
Fondamentale è la rete di servizi offerta all’utente pubblico e privato riguardanti la vendita di singli oggetti o di intere raccolte: dall’attività di mediazione tra privati alla consulenza per vendite all’asta con funzioni di buyer o dealer.

Nel campo della Contemporary Art BAM svolge un ruolo fondamentale a livello nazionale proponendosi come una realtà in grado di assistere artisti, fondazioni, enti pubblici e privati collezionisti nello sviluppo dei loro progetti.

Essenziale è l’attività di curatela per la promozione di artisti emergenti a livello internazionale ed una copertura totale a livello manageriale e finanziario.
I servizi proposti alle realtà pubbliche sono fortemente centrati sull’organizzazione di eventi espositivi con una copertura totale e sulla creazione di relazioni con finalità culturali.
Per il collezionista, sono a disposizione una vasta gamma di offerte che spaziano dai servizi di stima di singoli oggetti o intere raccolte, fino alla consulenza per vendite, acquisizioni ed investimenti finanziari.

Matteo GranitiBAM founder

Ero in Corsica ed avevo appena compiuto 7 anni quando entrai in una galleria d’arte dove esponeva un artista locale. Come al solito mia madre chiese di fare attenzione a quegli oggetti così curiosi, ma l’epilogo fu tutt’altro.
Creai un danno di circa 8 milioni di lire (questa era la valutazione delle tre ceramiche che mandai in frantumi) ma l’artista, che per puro caso era presente, non volle niente in cambio di una promessa: fai della tua vita un’opera d’arte.
Quello fu l’inizio di un percorso che ha sempre visto al centro l’arte in ogni sua sfaccettatura, dal percorso di studi all’Università di Pisa proseguito a Venezia e Parigi, al lavoro vero e proprio con progetti sempre volti alla valorizzazione di artisti solidi e emergenti ed alla consulenza sui grandi maestri del ‘900 per una grande società di art advisoring. Sono felice di essere membro della commissione cultura di Big Broker Insurance Group e del comitato giovani della commissione nazionale per l’UNESCO.
Oggi ho la fortuna di aver creato BAM e di condividere questo percorso con un grande amico conosciuto sui banchi dell’Università, rendendo il mio lavoro ancor più pieno di energia e passione.

Pietro Quattriglia Venneri - foto profilo - BAM BArozzi Art management
Pietro Quattriglia VenneriBAM founder

Pietro Quattriglia Venneri nasce in provincia di Taranto nel novembre del 1984 e consegue il diploma di maturità classica presso il famoso istituto Galileo Galilei di Pisa.
Innamorato sin dall’infanzia dell’archeologia greca e soprattutto tarantina, sceglie il corso di studi in Beni Culturali con indirizzo archeologico dell’Ateneo pisano presso il quale consegue nel 2009 il titolo di laurea triennale con una tesi sperimentale riguardante gli scavi di Catignano, sotto la guida del Prof. Tozzi.
Dal 2009 intraprende la carriera di mercante d’arte e consulente con una forte specializzazione in pittura antica, dedicando un occhio di riguardo al caravaggismo italiano.
Dal 2013 risiede a Venezia dove ha ricoperto il ruolo di direttore del dipartimento Old Master della notissima Galleria Orler.
Con la creazione di BAM si apre definitivamente all’arte contemporanea, impegnandosi nella sponsorizzazione di artisti viventi di altissimo prestigio e nella creazione di dialoghi culturali tra gli antichi maestri e le nuove realtà artistiche.
Dal 2016 ricopre la carica di CEO della PQV FINE ART SRL.